Come chiedere una collaborazione ad un’azienda, da blogger

Posted by on 3 agosto 2013
Cosa NON fare assolutamente!

Cosa NON fare assolutamente! Messaggio su Facebook e dominio di secondo livello. Vade Retro, Blogger!

Come primo lavoro, sono stato abbastanza fortunato a beccare qualcosa che mi piace fare, anche se completamente slegato dalla mia formazione universitaria: gestire un negozio online, una gioielleria per la precisione: 21Diamonds Italia.

Personalmente, l’aver raccolto un po’ di esperienza dal lato “azienda” e da quello “blogger” mi permette di dare alcuni consigli utili in qualsiasi ambito, se da blogger vi proponete ad un’azienda per una collaborazione o lavoro retribuito.



Quello che gestisco, come ho appena detto, è un negozio di gioielli. Per questo cerchiamo e siamo molto cercati dalle cosiddette “fashion bloggers”. Alcune di queste (quasi tutte donne, c’è da dire) vengono contattate direttamente da noi se pensiamo che possano essere professionali e adatte a questo tipo di collaborazioni. Il più delle volte, invece, riceviamo proposte di candidate che non sempre danno l’impressione di essere interessate al lavoro, ma solo ad avere gioielli da indossare per fare le spavalde con le amiche.

Care bloggers, ricordate che è un lavoro e dunque è richiesta professionalità. Posso essere felice di aver trovato ottime bloggers come Gloria Bombarda e Eleonora Petrella. L’iniziativa è stata la mia ed è stato un piacere collaborare con loro. Scambi di email sempre cordiali, post e fotografie di ottima fattura, insieme a link precisi verso il nostro store.

Tra le tante auto-candidature, ho accettato solo Marie Zamboli per il modo serio in cui si è presentata e per come sono andati avanti i contatti. Il suo unico “errore” è stato quello di avviare i contatti scrivendo un messaggio alla nostra pagina Facebook. E’ sicuramente un metodo facile e veloce, ma la professionalità di una email è fuori discussione. Quando però c’è sostanza, si può anche chiudere un occhio sulla forma.

Raccomanderei, inoltre, di evitare le solite email copia-incollate a decine e decine di aziende, nella speranza di ottenere almeno una risposta positiva su cento. E’ un po’ come mandare il proprio curriculum senza una lettera di motivazione pensata ad arte per la posizione lavorativa che si vuole ottenere: si può avere fortuna e non si perde tempo, ma vengono a mancare efficacia e professionalità.

Un altro grande consiglio è quello di avere un proprio dominio di primo livello. A nessuno interessano i vari “sonobellissima.blogspot.com”. Sappiamo tutti che avete un blog su Blogspot solo perché vi fa mettere le pubblicità di AdSense. Sono stato un blogger anche io. Un dominio non costa quasi niente, ma vi permette di presentarvi in modo univoco e di crearvi un piccolo “marchio”, utilissimo in fase di Search Engine Optimization (se non sapete cos’è, beh allora conviene o informarvi, o chiudere il blog).

Nel messaggio che scrivete, spiegate all’azienda perché conviene avviare una collaborazione con voi. Qual è il vostro tratto distintivo? Cosa vi separa dagli altri blogger? Perché proprio voi? Dall’altro lato del monitor c’è sempre una persona da convincere, e dunque siate persuasivi, ma non paraculi.

Non contattate con pseudonimi, altrimenti non vi rispondo neanche con il mio nome e cognome! E mettete un dannato link al vostro blog...

Non contattate con pseudonimi, altrimenti non vi rispondo neanche con il mio nome e cognome! E mettete un dannato link al vostro blog…

Link, link e ancora link. Tutto si basa su questo: quanto è prezioso il vostro backlink al nostro sito? Quanto traffico generate? Il nocciolo della questione sta tutto qui. Non contattate qualcuno senza inviare nemmeno un link al vostro blog, chiedendo solo di avere dei prodotti. Farà letteralmente girare i cosiddetti. Poi vabbè, gestendo un profilo aziendale bisogna sempre “sapersi comportare” per evitare figuracce come quelle dell’ATAF di Firenze.

Non sottovalutate i Social Media! Avere una pagina Facebook e Google+, oltre che un account Twitter e un canale YouTube, tutti seguiti e amati dai vostri follower, incrementa vertiginosamente le possibilità che un’azienda inizi a lavorare con voi.

Riassumendo, si può dunque dire:

  • Siate professionali! Un dominio di primo livello aiuta da questo punto di vista.
  • Contattate tramite email e non tramite social network.
  • Informatevi sul “lavoro” di blogger: dovete essere familiari con link building e SEO.
  • Curate i vostri Social Media.
  • Siate cordiali e poco arroganti.
  • Le aziende non hanno quasi mai un ritorno economico per i vostri post, sappiate essere unici e originali!

Spero che questi piccoli consigli vi possano aiutare ad avere un grande successo con il vostro blog!

Hai un’esperienza da condividere o dei consigli? Lascia un commento e sarò lieto di ascoltarti.

Buon blogging a tutti!

— Curioso di sapere come si fa a camminare per 26 giorni senza mai fermarsi? Leggi il racconto del mio Cammino di Santiago!

  • Marika

    Questo post è davvero interessante, ha catturato la mia attenzione e leggerlo fino in fondo è stato naturale!
    Ottimi consigli.
    Buon lavoro,
    Marika http://www.fashionsmile.it

    • Grazie mille Marika, e in bocca al lupo per il tuo blog!

  • Amelia

    Grazie mille 🙂 Io ho iniziato un pò per gioco ed un pò per caso ma sempre più mi sta piacendo tenere un blog. Sono convinta che la professionalità paga sempre così come la continua ricerca del “modo migliore per”. Farò tesoro dei suoi consigli. Peccato non averli letti prima: avrei evitato qualche figuraccia. Spero solo che la buona sostanza di quanto scrivo (…o almeno credo!) mi aiuti a rcuperare qualche scivolone iniziale!
    Saluti

    • Se saprai essere costante e passare i momenti di “crisi” quando non hai niente da scrivere, allora ti toglierai belle soddisfazioni! In bocca al lupo e torna quando vuoi 🙂

  • Rita

    ottimi consigli…date un’ occhiata al mio blo :http://fashionblogismore.blogspot.it/

  • Francesca giannini

    Grazie mille per il suo post,è davvero utilissimo e mira a “smascherare ” e mi passi il termine”raffinare”,informare ed istruire le aspiranti blogger ,che molto spesso sono convinte che essere una blogger sia solamente postare una foto con un accessorio o abito o dire cosa si sta facendo in un determinato momento.

    Spero anche io di riuscire ad affinare la mia tecnica facendo tesoro dei suoi consigli

    La saluto e le inserisco un link di rimando al mio blog,nel caso le potesse interessare e avesse dei consigli o delle note di demerito:
    http://thegirlofroses96.blogspot.it

  • Grazia Cantalupo

    Salve faccio un piccolo appunto
    Ciò che mi infastidisce un po’ delle aziende è che danno tutte la stessa risposta : “il suo blog è povero di contenuti !!!!”
    Mi verrebbe da rispondere “Grazie l’ho aperto solo il 26 novembre e oggi ne abbiamo 12 dicembre quanto vuoi che abbia scritto?”
    Domanda sempre rivolta alle aziende : “Come faccio a iniziare a scrivere per delle collaborazioni se nessuno me ne dà l’opportunità?” e tutti mi danno la STESSA risposta?
    La lascio con i miei dubbi amletici e la saluto cordialmente augurandole buon lavoro.

    • A volte si danno le stesse risposte perché vengono poste le stesse richieste, da blog che più o meno sono tutti uguali tra di loro.
      Una grafica elegante, contenuti originali ed uno stile proprio possono aiutare a vedersi accettata una collaborazione. Quello che l’azienda si domanda è “quanto vale il link che ti affido?”: se la risposta è soddisfacente, l’affare si conclude, altrimenti non c’è interesse a spendere senza un ritorno (non solo economico, ma di immagine, SEO, ecc…).

      Grazie mille del commento comunque, mi fa piacere che si possa avviare una discussione su questo tema!

  • silvia

    ho adorato questo post…davvero irriverente ed interessante!!!

    grazie dei consigli…

    a presto…silvia.

    http://insolitamente00.blogspot.it/

  • MariaLaura

    Ciao, grande post e mi piacerebbe avere consigli a proposito del mio blog, magari quando hai tempo, intanto mio iscrivo a questo blog, solo un appunto ma quante aziende sono poco professionali e disattendono i propositi?
    Grazie, Maria Laura

    • Ciao Maria Laura, grazie a te del commento e dei complimenti! Lasciami pure l’indirizzo del tuo blog e ci faccio volentieri un salto.
      Per quanto riguarda la tua domanda: la professionalità di alcune aziende deriva anche da quella dei suoi dipendenti; a volte si ha a che fare con persone poco gentili o inclini a mantenere la parola data. C’è poco da fare ma a perderci sono sempre loro perché credo che mantenere un’ottima reputazione sia la priorità assoluta di qualunque azienda che si interfaccia al Web.

  • Laura Foti

    Fantastico articolo. Io ho aperto il mio blog da un anno. Vedo in giro moltissimi blog con collaborazioni varie, mi sono sempre chiesta come facciano ad avere tutte queste collaborazioni anche se non sono blog “al top” .
    Io penso, o non hanno capito come si fanno le collaborazioni e mettono link di pubblicità solo perché acquistano il prodotto e lo pubblicizzano, oppure le aziende regalano per farsi pubblicità. Sicuramente non è il caso di prodotti costosi .. insomma.
    Forse l’unica cosa che penso veramente è questa .. se io ho un blog, anche con pubblicità ecc.. se mi va di recensire un prodotto lo faccio perché mi va di farlo, perché il prodotto è di buona o pessima qualità (dico che se un prodotto è buono si vende da solo) e casomai dovrebbero essere le aziende a cercare i blog e valutarne la qualità se permette di avere un buon ricambio di pubblicità.
    Certo per le aziende è difficile fare una “setacciata” di blog che chiedono collaborazioni, ma i blogger stessi dovrebbero anche rendersi conto a che livello stanno.

    Buon lavoro.

    http://lemilleunapassione.altervista.org/

    • Grazie del commento Laura. Dal punto di vista aziendale, è difficile capire quanto l’investimento possa essere saggio oppure no. Personalmente, mi è capitato di accettare collaborazioni con blogger mediocri e, piano piano, ho raffinato la ricerca fino ad avere un mio criterio intuitivo di valutazione.

      Non è facile e l’inflazione di bloggers certamente non aiuta: per questo l’arma in più è l’originalità dei propri contenuti.

      In bocca al lupo per il tuo blog e torna quando vuoi! 🙂

  • Federica

    Davvero utile e interessante!
    http://Www.thewalkingfashion.wordpress.com

  • Kiara K.

    Molto significative le tue parole alessio… A volte l’inesperienza di persone che, come me, hanno aperto da poco un blog, porta a scrivere dei messaggi sbagliati o che diano una cattiva impressione, peró non bisognerebbe fermarsi all’apparenza di un messaggio, ma cercare di carpire la personalità che c’è dietro ad ogni post che viene stilato, con grande passione e dedizione…
    Spero di aver memorizzato bene i tuoi insegnamenti, per poi poterli attuare in futuro!
    Un saluto da
    http://kiarmakeup89.blogspot.it
    P.s. Si accettano consigli e pareri per potersi migliorare sempre;)

    • Ciao Chiara, grazie mille per il commento! Hai ragione, la personalità e la dedizione sono importantissime, ma comunque anche la tanto bistrattata “forma” è importante per un’azienda che vuole presentarsi al tuo pubblico in modo professionale.

      Ad esempio, dando un’occhiata al tuo blog, posso consigliarti di utilizzare foto/immagini ad alta definizione e magari qualche emoticon e punto esclamativo in meno 🙂

      Ma soprattutto, non ti fermare! Se sei appassionata, sfrutta questo blog come prima esperienza e se pensi di voler continuare, acquista un tuo dominio .it e vai avanti!

  • dora luccica

    Buongiorno Alessio,
    molto interessante questo post, e molto ben scritto.
    Io mi sono affacciata alla blogosfera da qualche mese, ma adesso inizio ad avere più tempo da dedicarvi, e mi piacerebbe veder crescere il mio blog, più che altro come soddisfazione personale. Infatti, condivido la passione per i gioielli, avendo lavorato molti anni in questo settore. Perciò, il mio blog è dedicato esclusivamente all’arte orafa. Spero che i tuoi consigli che ho appena letto mi saranno utili.
    Molte grazie.
    Elena.

    • Buongiorno Elena,

      Grazie mille per i complimenti ed un grosso in bocca al lupo per il tuo blog!

      Alla prossima!
      Alessio

  • Il tuo articolo è stato davvero interessante, ma ti vorrei chiedere, invece, cosa fare quando è una azienda a chiedere la tua collaborazione! Come dovrei rispondere alla loro e-mail? In attesa di una tua risposta saluti http://tottobydesign.blogspot.it/

    • Ciao Antonella, grazie per il commento!

      Per rispondere alla tua domanda, io credo che la chiave di tutto sia sempre la professionalità. Conoscere il proprio “mestiere” di blogger, saper contrattare un buon pagamento e mostrarsi comunque disponibili a concludere in modo positivo la collaborazione. Se sono loro a cercarti, vuol dire che hanno trovato qualcosa in te che va al di là del semplice “backlink”.

      Alla prossima,
      Alessio

  • Ciao Elena, perdonami la tarda risposta al tuo commento. Errore mio (non so perché sia andato in “moderazione” senza una notifica).

    Hai ragione, la professionalità deve essere “di casa” da entrambe le parti. Il lavoro, inoltre, VA PAGATO. Sempre. Si concorda una somma in denaro o un voucher e si procede con la collaborazione. Se un’azienda non accetta questo principio, fatti loro.

    Sono felice inoltre di leggere della tua passione per il blogging in generale. Dovrebbe essere sempre così!

    In bocca al lupo e torna pure quando vuoi,
    Alessio

  • Valentina privi sun

    Ciao Alessio… Grazie per questo post, lo sto tenendo molto in considerazione per crescere e migliorare. Sono agli inizi ib questo mondo ma adoro la scrittura e la bellezza anche di unire molte mie passioni.
    ho una domanda, magari inutile.
    spesso molte aziende scartano a priori le e.mail solo leggendo l’oggetto…Cosa consigli di scrivere appunto come intestazione per non farla scartare o almeno farla leggere?

    Grazie mille e se vuoi dare uno sguardo al mio blog ne sarei felice, i tuoi consigli sono sempre utili e anche le critiche sono ben accette, servono anche quelle per maturare!

    Ecco il link: http://valeroxysunranda.blogspot.it/?m=1

    Spero ti piaccia e un bacione

    • Ciao Valentina, grazie del commento 🙂

      Per quanto riguarda la tua domanda: purtroppo la categoria è abbastanza “inflazionata” e non gode di un’ottima reputazione. Ho ricevuto ONDATE di email copia-incollate con presentazioni scadenti e a volte senza nemmeno una firma in calce.

      Eviterei oggetti come gli evergreen “Richiesta collaborazione” etc.

      Cattura l’attenzione dell’azienda con un oggetto personalizzato come ad esempio: “Outsider e 21DIAMONDS – opportunità di crescita” oppure “Aumentare visibilità e SEO di 21DIAMONDS grazie ad un video creato da Outsider”.

      In questo caso dovresti almeno ottenere un po’ di attenzione preliminare. Sta a te poi convertire questa attenzione in una fruttuosa collaborazione.

      In bocca al lupo per il tuo blog!
      Alessio

  • anna

    Ciao Alessio,piacere Anna…ho un blog di cucina,quindi non inerente al tuo settore,ma ho apprezzato ugualmente i tuoi consigli che trovo molto utili e interessanti..complimenti e grazie per averli condivisi con noi…

    • Ciao Anna, piacere mio!
      Grazie a te per la visita e in bocca al lupo per il tuo blog 🙂

  • grazie degli ottimi consigli…indicativamente quante visite o like servono su un dominio di primo livello in un blog “giovane”?

    • Ciao 🙂 non credo che un blog giovane debba avere una “ansia da prestazione” dovuta al numero di visite o like. Avere questi obiettivi ti distoglie inevitabilmente dal ricercare un’ottima qualità nei tuoi post. Ti concentri non su quello che piace a te, ma su quello che può piacere agli altri.

      Sii originale, le visite e i like arriveranno 🙂

      Alessio

  • Ciao Alessio,
    non posso che ringraziarti per essere stato così esaustivo e aver acceso quella famosa lampadina.
    Grazie a te sono finalmente riuscita a concepire un formato che reputo semplice ma professionale, completo ma non troppo “prolisso”…ora non resta che vedere se funziona!!

    A presto
    Cristina Papini
    http://www.gallinepadovane.it

  • Buongiorno Alessio , mi chiama Matryoshka.G sono una blogger russa e ho iniziata solo da 3 mesi ,lo trovo molto interessante questo post, e voleva chiedere dare una occhiata anche al mio sito , grazie e buona vita ! http://www.modablogger.eu

  • Gloria

    Ciao Alessio, intanto complimenti per il tuo articolo, davvero molto interessante! Sono molto contenta che ti sia trovato bene a collaborare con me, il piacere è stato reciproco!
    Spero ci saranno altre possibilità di collaborare insieme!
    a presto!
    Gloria
    http://www.borsadimarypoppins.com

    • Ciao Gloria,
      Grazie per il commento, adesso in verità ho cambiato lavoro ma mai dire mai! 🙂

      Buona giornata,
      Alessio

  • ciao alessio!
    proprio interessante il tuo articolo.. nonostante siano trascorsi 2 anni, trovo che i tuoi consigli siano davvero utili. Io e il mio piccolo Phil abbiamo un blog dedicato ai tutorial che reputiamo più carini, semplici e completi. Finora lo abbiamo fatto solo per divertimento.. e continueremo così per sempre.. ma se ci fosse l’opportunità di un qualcosa in più.. perchè no?!? #tentarnonnuoce!! 😀
    se ti va di dare uno sguardo al nostro piccolo blogghino vai su http://www.tempoditutorial.it
    ancora complimenti per l’articolo. 😉
    Phil&C.

    • Ciao Phil, grazie mille per il tuo commento! Continua ad aggiornare il blog per divertimento, è probabilmente la migliore garanzia di successo 🙂

      In bocca al lupo,
      Alessio

  • grazia cantalupo

    L’articolo è interessante certo è che io guardo il mondo da un’altra prospettiva: scrivo e visito moltissimi siti di aziende e commerce e le risposte sono sempre le stesse: “ci rivolgiamo solo a Blogger famose che hanno almeno 1000 followers (pensiero mio “neanche per il 3020 riesco ad avere tali numeri di followers”) , e poi in Italia credo che manchi proprio la cultura delle collaborazioni, molte aziende pensano che sia tutto fiato sprecato investire sulle collaborazioni date alle Blogger! Ci prendono tutte per “mendicanti del campioncino”! Mi dispiace ma io sono demoralizzata e ho tanti momenti di sconforto-blogger! Buon viaggio nella blogsfera! http://casaninnamamma.blogspot.it

    • Ciao Grazia,
      Nessuno diventa famoso per caso e acquisire followers è molto difficile in una blogosfera dove c’è molta competizione.
      Come fare? Contenuti di qualità, sempre, regolarmente. Ci vuole molta costanza (e pazienza).

      In bocca al lupo e torna pure quando vuoi,
      Alessio

      • grazia cantalupo

        Grazie Alessio buon lavoro anche a lei

  • Samantha G. Jones

    So che è un articolo vecchio, ma io provo lo stesso a commentare sperando in una risposta.
    E’ normale che le aziende mi contattino per collaborare, però (almeno inizialmente) mi chiedano di acquistare i loro prodotti da sponsorizzare?

    • Ciao Samantha,

      Personalmente non vedrei di buon occhio una proposta del genere.
      Il lavoro va pagato, o in denaro o merce.

      Alla prossima,
      Alessio

      • Samantha G. Jones

        Ciao, nemmeno io vedevo di buon occhio la cosa. Avendo ricevuto più proposte di questo tipo, però, mi era sorto il dubbio!
        Grazie del chiarimento 🙂