Non passa lo straniero? Ecco la “Repubblica Francese”

Posted by on 18 aprile 2011

La Francia blocca le frontiere e non permette ai migranti Nordafricani di passare il confine con l’Italia bloccando il traffico ferroviario da Ventimiglia. Egalité? Fraternité? Si, ma “in culo a te”… Forse questo potrebbe essere uno slogan migliore per l’attuale Repubblica Francese.

Dopo esser stati i primi a supportare Ben Ali in Tunisia, e a bombardare Gheddafi in Libia, adesso i nostri cugini (bah, io non ho cugini allora) chiudono gli occhi di fronte ad un emergenza che, secondo loro, dovremmo gestire da soli.

Sia ben chiaro, non voglio difendere l’operato del Governo italiano, anzi, ma certo è che questi “assist” gratuiti dalla Francia sarebbe meglio non darli a Maroni & Co. Sono già pronti ad inveire contro l’Europa e contro tutti per coprire le inadeguatezze della gestione di Lampedusa e di tutta la questione “immigrati”. E si sa come il popolo leghista si compiaccia dell’avere un nemico su cui sfogare le proprie ire.