Romano giura da Ministro della Repubblica

Posted by on 23 marzo 2011

Sta diventando sempre più una farsa. Silvio Berlusconi ormai è alla mercè di chiunque possa avanzare un briciolo di pretese nei suoi confronti. Se ne sono accorti in tempo i “Responsabili” (alias, quelli che sono passati nella maggioranza dopo l’uscita di Fli) che sono riusciti nel loro intento: ottenere poltrone. La nomina di Romano al Ministero dell’Agricoltura farebbe gridare allo scandalo in tutti i paesi civili. Il Sig. Romano infatti ha un procedimento giudiziario a suo carico e “Il Fatto Quotidiano” lo chiama addirittura “amico dei mafiosi”. Permettemi una cattiveria, ma questa mi sembra una propedeuticità per entrare come minimo in Parlamento, figuriamoci fare il Ministro della nostra Repubblica delle Banane.

In Germania un ministro benvoluto dal suo elettorato si dimette perché si scopre che aveva copiato parte della tesi del suo dottorato. In Italia un imputato in alcuni processi penali può diventare Presidente del Consiglio.

La ciliegina sulla torta è stato il sì della Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei Deputati riguardo il caso Ruby. Il conflitto d’attribuzione è passato con 11 voti favorevoli a fronte di 10 contrari. La maggioranza ha vinto grazie ai voti dei due membri dei “Responsabili” che sarebbero casualmente entrati, dopo due ore di discussioni, non appena avevano avuto la conferma della nomina a ministro di Romano. Uno schifo.

 Come si può avere fiducia in questa classe politica? Si dovrebbero vergognare tutti, da una parte e dall’altra. Non sono migliori del dittatore che stanno bombardando in questi giorni. Lì almeno sai che vivi sotto una dittatura. Qui invece, ti fanno credere di essere in una democrazia, ma a decidere sono sempre gli stessi.